FINANZIAMENTI SIMEST

A partire dal 28 ottobre  2021 riaprono i finanziamenti per l’internazionalizzazione di SIMEST.

Per il 2021 la percentuale di contributo a fondo perduto si attesta al 25% per singolo progetto e rimane il finanziamento agevolato per la linea patrimonializzazione.

Vediamo nel dettaglio le misure attualmente operative su tutto il territorio nazionale:

STUDI DI FATTIBILITÀ

Beneficiari: Imprese con sede legale in Italia con almeno 2 bilanci depositati.
Attività finanziabili: finanzia le attività di studi di prefattibilità e fattibilità collegati ad investimenti italiani in Paesi esteri. Lo studio deve riguardare lo stesso settore di attività dell’impresa richiedente o del suo Gruppo di appartenenza. 
L’agevolazione può coprire fino al 100% dell’importo delle spese preventivate, fino al 50% dei ricavi medi dell’impresa risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.


Importo massimo :
350.000 euro per studi finalizzati a un investimento produttivo
200.000 euro per studi finalizzati a un investimento commerciale.


L’impresa  può ottenere fino al 25% del finanziamento (nel limite di 800mila euro di aiuti di stato ricevibili) a fondo perduto. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Spese ammissibili:
• viaggi, soggiorni e indennità di trasferta del personale interno adibito all’iniziativa finanziata;
• compensi per il personale esterno documentati da specifico contratto (lettera di incarico/accettazione per lo studio);
• retribuzioni del personale interno adibito allo studio di fattibilità riconosciute nella misura massima del 15% del totale dell’importo delle spese ammesse e rendicontate.


Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST fino a 12 mesi dopo la data della stipula del relativo contratto di finanziamento.
Finanziamento agevolato con durata 4 anni di cui 1 di preammortamento. 

PATRIMONIALIZZAZIONE DELLE PMI ESPORTATRICI
Beneficiari: Alle MidCap e alle PMI italiane, costituite in forma di società di capitali, che nell’ultimo biennio abbiano realizzato all’estero almeno il 20% del proprio fatturato o almeno il 35% nell’ultimo anno.
Requisiti:
il livello di solidità patrimoniale dell’impresa, inteso come rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette, deve risultare < 2 se industriale/manifatturiera o < di 4 se commerciale/di servizi.


Tale livello è calcolato sull’ultimo bilancio approvato dall’impresa prima dell’esame della domanda di finanziamento ed è definito “livello d’ingresso”. L’impresa può presentare domanda qualunque sia il suo livello d’ingresso rispetto al livello soglia (inferiore, uguale o superiore).


L’obiettivo del finanziamento è quello di:
• raggiungere o superare il livello soglia, qualora dall’ultimo bilancio approvato, il livello di ingresso risulti inferiore al livello soglia stesso
• mantenere o migliorare il livello di ingresso, qualora esso risulti uguale o superiore al livello soglia.


Attività finanziabili: l’intervento è volto a stimolare, migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle imprese per accrescere la loro capacità di competere sui mercati esteri.
L’agevolazione: L’importo massimo è di € 800.000,00, calcolato nel limite del 50% del patrimonio netto dell’impresa richiedente.
Durata: 6 anni di cui 2 di preammortamento.

PARTECIPAZIONI A FIERE
Beneficiari: PMI con sede legale in Italia che abbiano depositato almeno 1 bilancio relativo a un esercizio completo.
Attività finanziabili: Finanzia la partecipazione a fiere e/o mostre da realizzarsi in Paesi extraeuropei. Ogni domanda di finanziamento può riguardare una singola iniziativa in un unico Paese.

L’agevolazione: Finanziamento agevolato fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio approvato e depositato. Importo massimo di 150.000 euro.
Durata: 4 anni di cui 1 di preammortamento.


L’impresa  può ottenere fino al 25% del finanziamento (nel limite di 800mila euro di aiuti di stato ricevibili) a fondo perduto. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Spese ammissibili:
• spese per area espositiva
• spese logistiche
• spese promozionali
• spese per consulenze


Sono finanziabili le spese sostenute dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).

E-COMMERCE
Beneficiari: Società di capitali con sede legale in Italia.
Attività finanziabili: Finanzia lo sviluppo di soluzioni di e-commerce per l’export di prodotti made in Italy attraverso l’utilizzo di un Market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria. I progetti devono riguardare beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.
L’agevolazione: Finanziamento agevolato fino al 100% delle spese preventivate fino a un massimo del 15% dei ricavi del biennio Importo massimo di 450.000 euro per una piattaforma propria, 300.000 euro per utilizzo di un market place.
Durata: 4 anni di cui 1 di preammortamento.


L’impresa  può ottenere fino al 25% del finanziamento (nel limite di 800mila euro di aiuti di stato ricevibili) a fondo perduto. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.


Spese ammissibili:
• le spese relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica
• le spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica / market place
• le spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma


Sono finanziabili le spese sostenute dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).

TEMPORARY EXPORT MANAGER
Beneficiari: Società di capitali con sede legale in Italia.
Attività finanziabili: Finanzia l’inserimento temporaneo in azienda di un temporary export manager. 
L’agevolazione: Finanziamento agevolato fino al 100% delle spese preventivate fino a un massimo del 15% dei ricavi del biennio Importo massimo di 150.000 euro e un importo minimo di 25 mila euro.
Durata: 4 anni di cui 2 di preammortamento.


L’impresa  può ottenere fino al 25% del finanziamento (nel limite di 800mila euro di aiuti di stato ricevibili) a fondo perduto. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Spese ammissibili: 
• relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (TEM), risultanti dal Contratto di Servizio, che devono essere almeno pari al 60% del finanziamento concesso
• relative alle spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto realizzato con l’assistenza del TEM:
• Spese per attività di marketing e promozionali;
• Spese per integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
• Spese per la realizzazione/ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali;
• Spese di ideazione per l’innovazione/adeguamento di prodotto e/o servizio;
• Spese per le certificazioni internazionali e le licenze di prodotti e/o servizi, deposito di marchi o altre forme di tutela del made in Italy;
• Spese per attività di supporto:
• Spese per la formazione interna/esterna del personale amministrativo o tecnico;
• Spese di viaggio e soggiorno da parte degli amministratori e/o titolari dell’impresa richiedente;
• Spese di viaggio e soggiorno (incoming) di potenziali partner locali (esclusa la clientela);
• Spese legali per la costituzione di società controllate locali o filiali gestite direttamente.


Sono finanziabili le spese sostenute dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).


Il concetto di TEM è esteso a tutte le figure professionali con qualsiasi specializzazione purché funzionali alla realizzazione di progetti di internazionalizzazione. (es. “Digital Marketing Manager” e “Innovation Manager”).

PROGRAMMI DI INSERIMENTO DEI MERCATI ESTERI
Beneficiari: Società di capitali con sede legale in Italia.
Attività finanziabili: Finanzia le spese per la realizzazione di uffici, show room, negozio, magazzino, corner, centri di assistenza post vendita in un Paese estero e relative attività promozionali.
L’agevolazione: Finanziamento agevolato fino al 100% delle spese preventivate e non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, da un minimo di 50 mila eurofino a 4 milioni di euro.
Durata: 6 anni di cui 2 di preammortamento.


L’impresa  può ottenere fino al 25% del finanziamento (nel limite di 800mila euro di aiuti di stato ricevibili) a fondo perduto. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Spese ammissibili:
• spese di funzionamento della struttura (locali, allestimento, personale ecc.);
• spese per attività promozionali, formazione, consulenza;
• altre spese (quota riconoscibile in misura forfettaria pari al 20% delle altre due voci di spesa).

Le spese di funzionamento possono essere riferite alle seguenti tipologie di strutture: fino a 3 uffici, uno showroom, un magazzino, un negozio, un corner e fino a 3 centri di assistenza post vendita. L’apertura di tali strutture, risultante dal contratto di locazione/acquisto, non può essere antecedente i 12 mesi alla data di presentazione della richiesta di finanziamento.
Il magazzino e un centro di assistenza post vendita sono finanziabili anche se ubicati in Italia purché strettamente funzionali alla realizzazione del programma all’estero. Il costo di tali strutture (locali, allestimento e gestione) non deve superare il 30% delle spese di funzionamento.                     Le strutture possono essere gestite:
• direttamente dall’impresa italiana;
• da un soggetto locale partecipato direttamente o indirettamente tramite un’ulteriore società locale;
• da un soggetto locale non partecipato (trader) in possesso dei seguenti requisiti:  professionalità, ossia essere attivo nel Paese di destinazione da almeno due anni o indipendenza, ossia non essere collegato all’impresa richiedente né direttamente né indirettamente.

Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 24 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).

COME SI PARTECIPA
Le domande devono essere presentate a Simest secondo la modalità a sportello: i progetti saranno valutati in base all’ordine cronologico di arrivo.

Le risorse si esauriranno probabilmente dopo pochi minuti.